Gli esperti del Digital marketing

Potenzia il tuo business online con Monkey Digital SEO: sfrutta al massimo il potenziale del marketing strategico digitale.

10 consigli infallibili per creare titoli degni di clic

10 consigli infallibili per creare titoli degni di clic

Poiché i professionisti del marketing digitale e i marchi di tutto il mondo lottano per attirare l’attenzione degli utenti online, il titolo è forse uno degli strumenti più importanti a nostra disposizione.

E anche se creare un titolo perfetto potrebbe sembrare facile, ci sono molte considerazioni da fare per farlo bene.

Per aiutarti nella creazione di contenuti, scopriremo i segreti per scrivere titoli su cui le persone vogliono effettivamente fare clic e che indirizzeranno il traffico verso i tuoi contenuti.

Esamineremo il significato del titolo e alcuni errori comuni che le persone commettono prima di immergerci in 10 suggerimenti per scrivere titoli efficaci.

Iniziamo.

Quanto è importante il titolo?

Nel mondo del content marketing, il titolo regna sovrano.

Il titolo è il primo punto di interazione che un lettore ha con il tuo contenuto e spesso determina se qualcuno decide o meno di fare clic e saperne di più, o di continuare a scorrere e potenzialmente non pensare mai più al tuo marchio.

Il content marketing è più competitivo che mai.

Gli utenti producono 70 milioni di nuovi post al mese solo su WordPress – e con così tanti marchi e individui che creano così tanti contenuti, è difficile persino far arrivare i tuoi titoli agli occhi delle persone.

Ma una volta che lo vedono, è fondamentale che il tuo titolo li spinga a impegnarsi ulteriormente.

Ciò significa sapere come creare un titolo forte, il che è più facile a dirsi che a farsi. Considera che il 90,63% dei contenuti non riceve traffico da Google e ciò può essere almeno parzialmente attribuito a titoli scadenti.

Un buon titolo ti farà distinguere dalla massa, aumenterà le tue possibilità di attirare più lettori e, in definitiva, porterà più clienti.

In un mondo ideale, vuoi attirare lettori offrendo valore, rappresentando accuratamente i tuoi contenuti e allineandoti con l'intento di ricerca.

Mettendo i lettori al primo posto e mantenendo le migliori pratiche SEO al primo posto, puoi trovare il giusto equilibrio.

Analizziamo alcuni motivi specifici per cui il titolo è così importante.

Le prime impressioni sono fondamentali

Come abbiamo discusso in precedenza, il titolo è la prima cosa che vede un lettore e gli fa sapere cosa può aspettarsi da te.

Secondo Copyblogger, in media, otto persone su 10 leggeranno un titolo, mentre solo due su 10 proseguiranno con la lettura del contenuto.

Hai una sola possibilità per fare colpo, quindi faresti meglio a farlo bene.

Significato SEO

La ricerca è la principale fonte di traffico online e questo la rende uno strumento incredibilmente potente per raggiungere nuovo pubblico.

Un titolo ben ottimizzato può aiutare i motori di ricerca come Google a capire di cosa tratta il tuo contenuto e aiutarlo a ottenere un posizionamento più elevato nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), aumentando la tua visibilità tra gli utenti.

Coinvolgimento sui social media

Sebbene più recenti della ricerca, i social media sono un meccanismo importante per indirizzare il traffico verso i tuoi contenuti.

Scrivendo titoli solidi che attirano l'attenzione delle persone e stimolano il coinvolgimento, i tuoi contenuti riceveranno più clic e più condivisioni, generando coinvolgimenti guadagnati.

Costruire una reputazione positiva del marchio

I titoli forti non si limitano a creare un'impressione positiva negli utenti; possono, nel tempo, avere un impatto positivo sulla reputazione del tuo marchio.

Se i lettori sanno che possono rivolgersi a te per titoli di qualità che attirino la loro attenzione e rappresentino accuratamente il contenuto che leggeranno, svilupperanno naturalmente fiducia e ammirazione per il tuo marchio.

Dovresti scrivere un titolo per i motori di ricerca o gli utenti?

Ah, l'annosa domanda: dovresti rivolgere i tuoi titoli principalmente agli algoritmi di ricerca o agli esseri umani che vivono e respirano?

La risposta, ovviamente, è un po’ entrambe le cose. Nello scrivere un titolo forte, trovare un equilibrio tra facilità d’uso e SEO è fondamentale.

Esploriamo alcuni motivi per cui questo è importante:

Concentrarsi sull'utente

Quando scrivi un titolo, dovresti dare la priorità agli utenti che costituiranno il tuo pubblico. Dopotutto, l'obiettivo principale del titolo è catturare l'attenzione delle persone e incoraggiarle a leggere di più.

Inoltre, è più probabile che le persone interagiscano con contenuti in linea con i loro bisogni, interessi ed emozioni.

Se non entra in risonanza con loro, non funzioneranno e i tuoi sforzi saranno inutili.

Considerazioni sulla SEO

D'altra parte, se il titolo non è adatto ai motori di ricerca, le possibilità che venga visto diminuiscono.

Ecco perché la SEO è così importante; aiuta a garantire che gli utenti abbiano effettivamente la possibilità di scoprire i tuoi contenuti durante la ricerca.

Ottimizzare il titolo e includere parole chiave pertinenti può aiutarti a ottenere visibilità nelle SERP, ottenendo più clic.

Linguaggio naturale e intenzione

Con gli sviluppi tecnologici e l’avvento dell’intelligenza artificiale, i motori di ricerca sono diventati estremamente bravi nel comprendere le intenzioni degli utenti.

Oggi siti come Google sono in grado di decifrare il contesto e la qualità dei contenuti senza fare affidamento sulle corrispondenze esatte delle parole chiave.

Per questo motivo e per il modo in cui si sono evoluti gli algoritmi di ricerca, scrivere prima per gli utenti è spesso il modo migliore per scrivere per i motori di ricerca.

Google Discover

Google Discover, che è una sezione di Ricerca Google che mostra agli utenti i contenuti consigliati in base ai loro interessi e attività, sta diventando una fonte di traffico molto più importante.

Come in altri posti online, i titoli sono la prima cosa che gli utenti vedranno su Google Discover, quindi l'importante è sfruttare al massimo la tua breve opportunità.

Creando titoli accattivanti chiari, concisi e tempestivi, potresti trasformare Google Discover in un'importante fonte di traffico per la tua attività.

Il titolo H1 dovrebbe essere uguale al meta titolo?

Una domanda comune che le persone si pongono quando creano titoli è se il titolo H1 e il meta titolo debbano essere gli stessi.

Per contesto: il titolo H1 è il titolo sulla pagina che le persone vedranno quando fanno clic sui tuoi contenuti e il meta titolo è ciò che appare nelle SERP quando qualcuno effettua una ricerca.

E anche se non è necessario che il titolo H1 e il meta titolo siano gli stessi, dovresti sempre ricordarti di puntare alla coerenza.

In un mondo perfetto, il tuo meta titolo e H1 sono il più simili possibile, in modo da fornire un'esperienza utente coerente e i lettori sanno esattamente a cosa stanno andando incontro.

Tuttavia, se hai bisogno di modificarne leggermente uno, magari ottimizzando il meta titolo con parole chiave aggiuntive o modificando il titolo H1 per adattarlo meglio al flusso dei tuoi contenuti, dovresti sentirti libero di farlo.

Assicurati solo che entrambi siano chiari e pertinenti ai tuoi contenuti e quando l'utente fa clic sul meta titolo, arriva al contenuto che si aspetta di trovare.

La strategia più sicura è mantenerli simili, ma apportare lievi differenze dove necessario per ottimizzare ciascun canale.

Errori comuni nei titoli da evitare

Prima di dare un'occhiata ai suggerimenti per creare titoli efficaci, diamo un'occhiata ad alcuni errori comuni che dovresti cercare di evitare.

Titoli clickbait

Popolari sui social media, i titoli clickbait sono progettati per suscitare curiosità e indurre gli utenti a fare clic.

Spesso utilizzano premesse oltraggiose per stuzzicare la curiosità delle persone o promettere di rivelare qualcosa di scioccante e mai visto prima.

Alcuni esempi di come potrebbe apparire un titolo clickbait:

  • “Una donna coltiva un albero nella sua cucina: il risultato? Strabiliante!"
  • "10 folli segreti del giardino urbano che i grandi negozi di piante ti nascondono!"
  • "Perché ogni giardiniere cittadino si sta affrettando a procurarsi questa pianta misteriosa!"

Sebbene possano essere efficaci nell'incoraggiare le persone a fare clic, in genere rappresentano in modo errato il contenuto reale e non forniscono un valore autentico.

In questo modo, il clickbait può davvero danneggiare la tua credibilità a lungo termine, deludere i tuoi utenti ed erodere la fiducia nel tuo marchio.

Riempimento di parole chiave

Sappiamo che è importante includere parole chiave pertinenti nel titolo in modo che possano posizionarsi più in alto sui motori di ricerca, ma è possibile spingersi troppo oltre.

Inserire quante più parole chiave possibile in un titolo è noto come “keyword stuffing” e può scoraggiare gli utenti e persino essere penalizzato dai motori di ricerca.

Alcuni esempi di come potrebbe apparire un titolo ricco di parole chiave:

  • “Guida al giardino sul tetto: piante sul tetto, progetti sul tetto e idee sul tetto!
  • “Consigli per il giardino urbano: le migliori piante urbane per gli spazi urbani nelle aree urbane!”

Dare priorità al posizionamento nei motori di ricerca rispetto all’esperienza dell’utente potrebbe sembrare una buona idea, ma i motori di ricerca sono abbastanza intelligenti da notarlo e potrebbe causare danni a lungo termine al tuo marchio e al tuo posizionamento.

Linguaggio confuso o complesso

Vuoi che i tuoi titoli siano facilmente comprensibili dal tuo pubblico target e dal lettore generale, e questo significa rendere il tuo linguaggio semplice e accessibile.

A meno che tu non stia creando contenuti specificatamente solo per un pubblico di nicchia di esperti e non sia interessato a raggiungere un gruppo più ampio di lettori, non consigliamo di utilizzare parole, frasi o terminologia non familiari alla persona media.

Ecco alcuni esempi di titoli che utilizzano un gergo confuso:

  • "Sintesi di paradigmi biofili per la greenificazione delle metropoli".
  • "Un esame delle interazioni della mesofauna nell'agroforestazione a molti piani."

Errori di punteggiatura ed errori grammaticali

Questo forse è ovvio, ma fai del tuo meglio per assicurarti che il titolo includa la punteggiatura e la grammatica corrette.

È del tutto normale (e va bene!) commettere errori, ma ti consigliamo di ricontrollare eventuali errori prima di pubblicare il titolo, poiché possono danneggiare la tua credibilità e indurre i lettori a dubitare della tua competenza.

Ecco un esempio di titoli che presentano errori evidenti:

  • “Stai sbagliando: piante da non mettere nei giardini cittadini!”
  • "Impianti; i migliori, per balconi e tetti!”

10 suggerimenti per scrivere titoli efficaci

Ora è il momento di approfondire alcuni suggerimenti per creare titoli su cui le persone vorranno fare clic.

1. Sii breve e dolce

Come utenti di Internet, sappiamo fin troppo bene che la maggior parte dei lettori si limita a sfogliare i contenuti in un colpo d'occhio.

Tra tempi di attenzione brevi e spazio limitato per giocare (in aree come risultati di ricerca e feed social), titoli troppo lunghi non sono la strada da percorrere: spesso vengono ignorati o tagliati.

Per questo motivo, è fondamentale che i titoli siano concisi e pertinenti. Come best practice, ti consigliamo di provare a mantenere i titoli tra i 50 e i 60 caratteri in modo che non vengano abbreviati.

Quindi, invece di questo:

  • "Dai un'occhiata alla nostra guida completa per comprendere tutte le complessità delle moderne tecniche di giardinaggio domestico negli ambienti urbani."

Vuoi qualcosa di più simile a questo:

  • "Padroneggia il giardinaggio urbano moderno con la nostra guida essenziale."

2. Considera le sfumature del tuo pubblico

Non tutti i segmenti di pubblico sono uguali o hanno le stesse preferenze.

È importante adattare il titolo al pubblico specifico che stai cercando di raggiungere e allinearlo ai loro punti di contatto culturali. Ciò potrebbe cambiare in base alla geografia, ai dati demografici, alle aree di interesse o altro del tuo pubblico.

Ad esempio, mentre potresti voler enfatizzare la sottigliezza e la raffinatezza per un pubblico britannico, potresti sfruttare titoli più audaci e appariscenti per raggiungere un pubblico americano.

Ecco alcuni esempi di come potrebbe apparire nella pratica:

  • Pubblico statunitense: “10 consigli rivoluzionari per trasformare la vostra casa in un’oasi vegetale”
  • Pubblico del Regno Unito: “10 strategie collaudate per un giardinaggio urbano magistrale”.

3. Affrontare un punto dolente o un'esigenza

Cosa ti spinge, come lettore, a fare clic su un titolo e leggere di più?

Sono disposto a scommettere che è più probabile che ti prendi il tempo per interagire con i contenuti se parlano di un problema che stai affrontando, di una domanda che potresti avere o di un'esigenza specifica che stai riscontrando.

I titoli potenti sono quelli che identificano qualcosa a cui il tuo pubblico target è interessato e quindi posizionano i tuoi contenuti come una soluzione o un percorso verso tale interesse.

Un esempio di come potrebbe apparire:

  • '”Lottando con City Air? Prova queste 5 piante che purificano l’aria!”

4. Ricorda le 5 W

Potresti già conoscere le 5 W, che sono un principio ben noto tra scrittori e giornalisti.

L’idea è che quando si scrive qualcosa, si dovrebbero includere le 5 W – chi, cosa, quando, dove e perché – il prima possibile, per fornire alle persone le informazioni necessarie.

Quando creiamo titoli per il marketing digitale e i social media, spesso non abbiamo molto spazio. Quindi, potresti voler concentrarti sui tre aspetti più critici: chi, cosa e perché.

Ciò non significa necessariamente che devi includere parole specifiche per ognuno di questi. Significa semplicemente chiarire a chi sono rivolti i tuoi contenuti, qual è la premessa dei tuoi contenuti e perché dovrebbero interagire con essi.

Un esempio di titolo che considera le 5 W:

  • "Cosa coltivare e quando: i must-have del giardino urbano di Los Angeles."

5. Utilizza il Quadro delle 4 U

Le "4 U" sono un'altra tecnica utile per aiutarti a creare grandi titoli. L'idea è che ogni titolo che crei dovrebbe incorporare queste 4 U:

  • Urgente: il titolo dovrebbe trasmettere un senso di immediatezza e incoraggiare i lettori ad agire il prima possibile.
  • Unico: il titolo dovrebbe comunicare che il tuo contenuto è diverso dagli altri contenuti.
  • Utile: il titolo dovrebbe chiarire che il tuo contenuto offrirà valore al lettore.
  • Ultra-specifico: il lettore dovrebbe essere in grado di capire esattamente cosa troverà nel contenuto.

Non è sempre possibile incorporare tutti e quattro questi elementi in un breve titolo, quindi è consigliabile cercare di includerne almeno due. Ciò renderà il titolo molto più forte di quanto sarebbe altrimenti.

Ecco alcuni esempi di come appare:

  • Utile e ultra-specifico : "10 verdure che puoi raccogliere in soli 30 giorni negli spazi cittadini".
  • Urgente e utile: "Inizia oggi: 5 rapidi passaggi per il successo del giardinaggio urbano!"

6. Prova gli elenchi numerati

Hai mai notato quanti elenchi circolano su Internet? Hai la sensazione di vedere molti titoli numerati ultimamente? È vero – e per una buona ragione.

Una ricerca condotta da Buffer e CoSchedule ha rilevato che i post degli elenchi sono il tipo di titolo più condiviso sui social media.

Perché? Sono facilmente scremabili; portano la promessa di suggerimenti e indicazioni rapide; e lasciano un po’ di spazio alla curiosità: quali potrebbero essere questi 10 consigli?!

L'utilizzo di elenchi numerati è un ottimo modo per raggiungere gli utenti Internet di oggi impegnati e far loro sapere esattamente cosa fornirai loro.

Ed ecco un suggerimento interessante: secondo BuzzSumo, il numero più accattivante da utilizzare nel titolo di un post di elenco è 10, seguito da cinque e 15.

Ecco due esempi di titoli di elenchi numerati efficaci:

  • "10 strumenti essenziali di cui ogni giardiniere urbano ha bisogno oggi"
  • “5 sorprendenti vantaggi dei moderni giardini sul tetto”

7. Attingi alle emozioni del tuo lettore

Proprio come i migliori contenuti fanno appello alle emozioni dei lettori, lo stesso vale per i titoli.

Un titolo che ti fa ridere, ti tocca il cuore, ti sorprende o stuzzica la tua curiosità può aiutarti a incoraggiarti ad agire e imparare di più.

Le nostre emozioni ci spingono all'azione in tutti gli ambiti della nostra vita e sono uno strumento utile per i professionisti del content marketing.

Quindi, tieni queste idee in mente mentre crei i titoli. Come puoi suscitare rapidamente una risposta emotiva nelle persone, che si tratti di empatia, shock o addirittura rabbia?

Qualche esempio:

  • “Giardinoterapia: 6 piante per potenziare il benessere mentale”
  • “Hai perso un'amica delle piante? 5 consigli per garantire che il prossimo prosperi”

8. Sfrutta le parole potenti

Usare aggettivi e verbi potenti può fare molto per incoraggiare le persone a fare clic sui tuoi titoli.

Parole descrittive e potenti possono aiutare a connettersi con le emozioni delle persone e creare un senso di urgenza di agire: cose importanti di cui abbiamo già parlato.

Esempi di parole di grande impatto sono termini come “essenziale”, “indispensabile”, “segreto”, “sorprendente” e così via.

Vuoi concentrarti sul rendere le persone entusiaste dei tuoi contenuti e farle sentire come se si stessero perdendo qualcosa di grande se non fanno clic.

Ecco alcuni esempi:

  • "5 errori critici che ogni nuovo giardiniere urbano deve evitare"
  • “10 consigli preziosi per aiutarti a rivitalizzare il tuo giardino urbano”

9. Fai domande

La domanda è un’altra tecnica collaudata per titoli accattivanti. Perché?

Ci pensiamo. Quando ti trovi di fronte a una domanda, la prima cosa che fai è considerare quale potrebbe essere la risposta. Facendo una domanda nel titolo, inviti i lettori a pensare a qualcosa e crei un incentivo affinché trovino la risposta.

Stai anche chiarendo che troveranno la risposta, o almeno un'esplorazione dell'argomento, all'interno dei tuoi contenuti.

L'altro aspetto positivo delle domande è che ti consentono di attingere a conversazioni di tendenza, dandoti un vantaggio di tempestività e concentrandoti su ciò che interessa al tuo pubblico in questo momento.

Ecco due esempi:

  • "Perché i giardini urbani sono il futuro della vita in città?"
  • “I giardini sul tetto sono davvero la soluzione al calore urbano?”

10. Testare e analizzare

Non dimenticare di eseguire regolarmente test A/B sui tuoi titoli per rimanere aggiornato su quali approcci, frasi, termini e tattiche risuonano meglio con il tuo pubblico.

Questo ti aiuterà a ottimizzarli nel tempo in modo da assicurarti di ottenere il massimo succo dalla spremitura.

In sintesi

Scrivere un titolo efficace non è un’impresa facile.

È un delicato atto di equilibrio che richiede una buona conoscenza dei dati, una conoscenza approfondita del tuo pubblico, una consapevolezza delle sfumature culturali e molta creatività.

La prossima volta che crei un titolo, prova a sfruttare alcune delle informazioni che abbiamo condiviso sopra. Questo dovrebbe aiutarti a raggiungere i lettori dove si trovano e iniziare a indirizzare più traffico verso i tuoi contenuti!

Le Critiche Crescenti Contro Google
Scoprire lo Sviluppo Web: La Programmazione come Arte
Scopri i Top Podcast SEO del 2024 e Mantieniti Aggiornato
Il ruolo delle finestre di dialogo nella progettazione di un'interfaccia utente web
Guida all'Integrazione di ChatGPT sul Tuo Sito Web
Utilizzo efficace di ChatGPT per la ricerca di parole chiave
Automatizzare le Campagne PPC con l'Intelligenza Artificiale Generativa
Aggiungere Coinvolgimento al tuo Sito con uno Sfondo Video CSS
Importanza delle Pagine di Destinazione per la Generazione di Lead e Incremento delle Vendite
Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?