Gli esperti del Digital marketing

Potenzia il tuo business online con Monkey Digital SEO: sfrutta al massimo il potenziale del marketing strategico digitale.

7 scorciatoie di Google Ads per risultati migliori con meno sforzo

7 scorciatoie di Google Ads per risultati migliori con meno sforzo

La gestione PPC può richiedere molto tempo se ti concentri su elementi che non contano, gonfiando inutilmente il tuo account o saltando strumenti per risparmiare tempo.

Queste sette scorciatoie e funzionalità di Google Ads possono aiutarti a riconquistare parte di quel tempo prezioso.

Questi non solo ti aiuteranno a risparmiare tempo, ma ti forniranno anche approfondimenti più velocemente, così sarai sulla buona strada per ottenere risultati migliori ancora prima.

1. Rimuovi le parole chiave duplicate

Man mano che gli account maturano o cambiano gestione nel tempo, può essere facile perdere traccia di quali parole chiave vengono offerte.

Ciò è particolarmente vero quando un account manager struttura le campagne e i gruppi di annunci in un certo modo e poi un altro manager prende il sopravvento e inizia a implementare la propria struttura.

Sarebbe dispendioso in termini di tempo esaminare tutte le parole chiave dell'account per trovare duplicati.

Fortunatamente, Google Ads Editor ha una funzione molto utile che farà questo per te!

Puoi accedervi dal menu in alto sotto Strumenti.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Lo strumento per le parole chiave duplicate ti offre molte opzioni in modo che tu possa essere intenzionale nel modo in cui definisce le parole chiave duplicate.

Ad esempio, puoi scegliere un ordine delle parole rigoroso o qualsiasi ordine delle parole.

Potresti voler scegliere un ordine delle parole rigoroso se ti interessano principalmente le parole chiave a corrispondenza esatta.

Tuttavia, qualsiasi ordine delle parole può essere un ottimo modo per eliminare le ricerche a corrispondenza generica o le frasi che contengono esattamente le stesse parole in un ordine diverso.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Un'altra opzione utile a cui prestare attenzione è quella per la Posizione dei duplicati.

Un esempio del motivo per cui potresti voler esaminare solo determinati gruppi sarebbe se disponi di campagne duplicate ma impostate per essere visualizzate su dispositivi diversi o aree geografiche diverse.

In questi casi vengono duplicati intenzionalmente, quindi ti consigliamo di verificare solo la presenza di duplicati all'interno di ogni singola campagna.

2. Utilizza elenchi di parole chiave a corrispondenza inversa

Dato che siamo in tema di parole chiave, passiamo a una funzionalità che ti aiuterà a organizzare le parole chiave a corrispondenza inversa in un account.

Gli elenchi di parole chiave a corrispondenza inversa rappresentano un ottimo modo per escludere categorie specifiche di parole chiave in più campagne o nell'intero account.

Come nel caso della ricerca di parole chiave duplicate, esaminare tutte le parole chiave a corrispondenza inversa aggiunte a una campagna o a un gruppo di annunci nel corso del tempo può richiedere molto tempo.

Gli elenchi di parole chiave a corrispondenza inversa ti consentono di raggruppare determinate parole chiave in un elenco e possono quindi essere collegate a diverse campagne.

Puoi trovarlo nell'interfaccia online di Google Ads selezionando Strumenti e impostazioni >> Libreria condivisa >> Elenchi di parole chiave a corrispondenza inversa.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Ad esempio, potresti già avere un enorme elenco di parole chiave irrilevanti che non vorresti vengano visualizzate in nessuna campagna.

Crea un elenco di "Parole chiave non pertinenti" (o qualunque nome tu scelga) e applica tale elenco di parole chiave a tutte le campagne dell'account.

Un altro esempio di come utilizzare gli elenchi di parole chiave a corrispondenza inversa è separare i termini con brand da quelli senza brand.

Crea semplicemente un elenco di parole chiave a corrispondenza inversa di tutti i termini, le ricerche o le frasi legate al brand e allega tale elenco a tutte le campagne non legate al brand.

Ciò garantisce che non vi sia alcun crossover tra le prestazioni di marca e quelle non di marca.

3. Utilizza le etichette per gestire le creatività degli annunci

La funzione Etichetta in Google Ads è un potente strumento per l'organizzazione dell'account e per risparmiare tempo.

Secondo me è una delle funzionalità più sottovalutate di Google Ads.

Sebbene le etichette possano essere aggiunte a livello di campagna, gruppo di annunci e parola chiave, utilizzarle per testi urgenti o test di routine per attivare/disattivare le cose è dove brilla!

È anche di grande aiuto se desideri confrontare la messaggistica di livello superiore o gli sforzi prima/dopo con i test di copia.

Puoi aggiungere un'etichetta a qualsiasi testo pubblicitario selezionando la casella accanto alle versioni del testo pubblicitario a cui desideri etichettare e quindi scegliendo Etichetta nella barra degli strumenti blu visualizzata:

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Puoi quindi controllare le etichette che desideri applicare a tali annunci o creare una nuova etichetta.

In questo esempio, vogliono testare facilmente un nuovo messaggio relativo a una promozione specifica in corso sul loro sito web. Non esiste un modo semplice per visualizzare un confronto senza filtrare per ciascun tipo di annuncio.

Etichettare rapidamente ogni annuncio rende tutto più semplice!

Puoi quindi semplicemente andare in Report > Report predefiniti e scegliere l'opzione per Etichette.

Quindi, puoi semplicemente vedere i gruppi di etichette e applicare le metriche che desideri verificare.

Un altro modo pratico per utilizzare etichette e annunci è la pianificazione.

Dopo aver etichettato gli annunci come descritto sopra, seleziona quelli che desideri attivare per una determinata data e ora. Seleziona la casella accanto agli annunci, quindi vai sulla barra degli strumenti blu e fai clic su Modifica.

Da qui puoi creare regole per tutti gli annunci selezionati con tutti i tipi di parametri di tempistica e condizione.

Dovresti ripetere questo passaggio ogni volta che vuoi che qualcosa si spenga e poi si accenda.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

4. Testa rapidamente gli elementi della campagna con gli esperimenti

Parlando di semplificazione della creazione e dei test degli annunci, un altro modo pratico per farlo è utilizzare la funzione Esperimenti.

Si trova nella sezione Esperimenti, che si trova nella barra degli strumenti appena a sinistra del riquadro principale.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Fai clic sulla sezione "Tutti gli esperimenti", quindi fai clic sul pulsante blu "più" (+) per iniziare a creare il tuo esperimento personalizzato.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Da lì potrai scegliere tra più opzioni:

  • Esperimento di Performance Max.
  • Esperimento di generazione della domanda.
  • Esperimento video.
  • Esperimento di miglioramento dell'app (beta).
  • Esperimento personalizzato.
  • Ottimizza gli annunci di testo.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Una delle cose che amo di questa opzione è che hai la possibilità di impostare la suddivisione percentuale del tuo pubblico.

Può aiutarti a imporre una suddivisione 50/50, mentre nei normali test degli annunci Google esegue l'ottimizzazione automatica.

Un'altra cosa che mi piace degli esperimenti è che è facile indicare se c'è un chiaro vincitore.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Nell'esempio precedente, uno degli esperimenti eseguiti ha mostrato una variazione statisticamente significativa nei clic. Pertanto è stato facile decidere di applicare l'esperimento alla campagna originale per ottenere un rendimento migliore.

5. Utilizzare le annotazioni per importanti modifiche all'account

Tenere un registro della cronologia di un account può essere difficile in Google Ads. Ci sono così tante parti in movimento, cose esterne che influenzano i risultati e poi più persone che gestiscono un account nel corso della sua vita.

Ciò può creare problemi quando si tenta di analizzare le prestazioni.

Ad esempio, stai osservando i dati anno su anno e noti che i numeri erano molto migliori dell'anno precedente. Perché?

Potrebbe essere dovuto a determinate festività che cadono in date diverse ogni anno.

O forse il marchio ha ottenuto un enorme aumento delle pubbliche relazioni che ha suscitato molta attenzione e ricerca.

L'uso di Notes può aiutarti a registrare la cronologia esterna e risparmiare un sacco di tempo cercando di scavare e mettere insieme questo tipo di analisi.

Come si aggiungono le note?

Innanzitutto, fai semplicemente clic sul grafico del rendimento nella visualizzazione Campagna o Gruppo di annunci.

Quando passi il mouse sulla linea del grafico, vengono visualizzati la data e le metriche sulle prestazioni, insieme a un'opzione blu Aggiungi nota. Puoi scrivere la tua nota lì.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Una volta inserite le note nel conto, queste appariranno come un quadratino lungo la linea delle date del grafico.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Cliccandoci sopra verranno mostrate le note rimaste e la data in cui sono state fatte.

6. Aggiungi pubblico in modalità di osservazione

Una caratteristica chiave che spesso viene dimenticata è la possibilità di aggiungere pubblico alle campagne.

Perché questo è importante?

Non è un segreto che Google cerchi sempre di più di comprendere l'intento e il contesto della ricerca di un utente. Non solo la visualizzazione degli annunci per l'esatto termine di ricerca corrispondente.

Ciò che prima era riservato a campagne della canalizzazione più alta, come il pubblico Display e YouTube, ora può essere aggiunto anche alle campagne sulla rete di ricerca.

Prima di esagerare e restringere le campagne a segmenti di pubblico specifici, è consigliabile aggiungere diversi indicatori di pubblico nella "Modalità di osservazione" alle campagne.

Ciò consente a Google di raccogliere dati sul rendimento di tali segmenti di pubblico in una campagna contro altri che non fanno parte di quel segmento di pubblico.

Se sei nella fase di raccolta delle informazioni, questo è un gioco da ragazzi per ottenere informazioni in modo efficiente su chi sta interagendo con i tuoi annunci.

Il pubblico può essere aggiunto a livello di campagna o di gruppo di annunci.

Una volta entrato nella campagna o nel gruppo di annunci specificato, seleziona "Pubblico" nel menu a sinistra.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Da lì vedrai un grafico con un pulsante blu: "Modifica segmenti di pubblico":

Ti verranno presentate una miriade di opzioni tra cui scegliere, tra cui:

  • Dati demografici dettagliati.
  • Affinità.
  • Nel mercato.
  • I tuoi segmenti di dati.
  • Segmenti combinati.

Scegli i segmenti di pubblico che hanno senso per le tue campagne, quindi aggiungili come "Osservazione" per assicurarti di non restringere il targeting troppo rapidamente.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Per vedere il rendimento di questi segmenti di pubblico, torna alla scheda Pubblico ed espanderai la tabella.

Google fornisce una ripartizione delle metriche chiave, comprese le metriche di conversione, per consentirti di vedere facilmente quanto è più probabile (o meno) che tali segmenti di pubblico acquistino rispetto agli utenti non identificati come quel pubblico.

Se e quando è il momento giusto, puoi cambiare il targeting per pubblico in “solo targeting” se i dati supportano il restringimento a una nicchia specifica.

7. Esamina approfondimenti e consigli

Ultimo ma non meno importante, le schede Approfondimenti e Consigli in Google Ads.

Ho scoperto che queste schede consentono un enorme risparmio di tempo poiché mi aiutano a identificare i cambiamenti chiave nelle prestazioni settimana dopo settimana o mese dopo mese.

Siamo tutti occupati. È facile perdere informazioni di alto livello quando siamo così “nei guai” con i nostri account ogni singolo giorno.

La scheda Approfondimenti nel menu a sinistra fornisce approfondimenti su un account nel suo complesso o fino al livello della campagna.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Inoltre, approfondisce altri elementi di una campagna, come approfondimenti sui termini di ricerca o approfondimenti sul pubblico.

Sapere dove concentrare il mio tempo e i miei sforzi grazie a queste intuizioni mi fa risparmiare molto tempo, così posso concentrarmi sull'analisi del problema e sulla ricerca di soluzioni.

La scheda Consigli si trova anche nel menu a sinistra e fornisce un vasto assortimento di consigli per il tuo account.

È qui che risiede anche il "punteggio di ottimizzazione" di un account e l'applicazione o l'eliminazione dei consigli influisce direttamente su tale punteggio.

Non consiglio di applicare tutti i consigli suggeriti da Google solo per aumentare il punteggio di ottimizzazione.

Questa scheda è utile agli account manager per esaminare il contesto di un account e applicare facilmente consigli sensati.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Questi sono solitamente suddivisi in categorie:

  • Riparazioni.
  • Offerte e budget.
  • Parole chiave e targeting.
  • Annunci e risorse.
  • Campagne automatizzate.

Ad esempio, questo consiglio suggerisce di rimuovere le parole chiave ridondanti per gestire più facilmente l'account. Soprattutto con l’allentamento dei tipi di corrispondenza, applicare questo consiglio ha senso e Google lo fa automaticamente per me.

Screenshot di Google Ads, dicembre 2023

Ciò significa che posso dedicare più tempo alla strategia e all'analisi di un account invece di svolgere il normale "lavoro impegnativo" di dover accedere manualmente ed esaminare ciascuna parola chiave per decidere cosa mettere in pausa.

Riepilogo

C'è un tema comune tra la maggior parte di questi suggerimenti che potresti aver notato:

Automazione.

Google Ads è complesso e può richiedere molto tempo.

Le attività amministrative possono richiedere molto tempo che sarebbe meglio spendere su cose come la strategia e le decisioni di livello superiore sul PPC.

Sfrutta gli strumenti che Google ti offre.

Metti alla prova le sue offerte automatizzate, esamina gli approfondimenti e i consigli che ti fornisce e prenditi il ​​tempo necessario per creare cose che renderanno molto più semplice la gestione continua.

Le Critiche Crescenti Contro Google
Scoprire lo Sviluppo Web: La Programmazione come Arte
Scopri i Top Podcast SEO del 2024 e Mantieniti Aggiornato
Il ruolo delle finestre di dialogo nella progettazione di un'interfaccia utente web
Guida all'Integrazione di ChatGPT sul Tuo Sito Web
Utilizzo efficace di ChatGPT per la ricerca di parole chiave
Automatizzare le Campagne PPC con l'Intelligenza Artificiale Generativa
Aggiungere Coinvolgimento al tuo Sito con uno Sfondo Video CSS
Importanza delle Pagine di Destinazione per la Generazione di Lead e Incremento delle Vendite
Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?