Gli esperti del Digital marketing

Potenzia il tuo business online con Monkey Digital SEO: sfrutta al massimo il potenziale del marketing strategico digitale.

Come escludere il traffico interno in Google Analytics 4

Come escludere il traffico interno in Google Analytics 4

Google Analytics 4 (GA4) si sta diffondendo in fretta e, se stai leggendo questa guida, potresti avere difficoltà a capire come funziona.

Un'area che potrebbe causare confusione è il filtraggio del traffico interno.

Se sei come me, ti stai già perdendo la facilità d'uso di Universal Analytics (UA), specialmente quando si trattava di filtrare il traffico.

In UA, avevi il pieno controllo su come filtrare il traffico.

Guarda la bellezza che aveva.

Screenshot da Google UA, maggio 2023

Ora, trovo difficile capire perché GA4 abbia sostituito una funzione così vitale solo con una regola basata su IP.

Filtro basato su IP Filtro traffico interno

Il filtro basato su IP è inutile quando i dipendenti della tua azienda sono remoti poiché, nella maggior parte dei casi, gli IP sono dinamici e non è pratico aggiornare quotidianamente l'elenco degli IP.

Questo è il motivo per cui abbiamo creato questa guida per aiutarti a filtrare il traffico indesiderato e, soprattutto, il traffico interno in GA4.

Cos'è il traffico interno?

Il "traffico interno" si riferisce al traffico web che proviene da te e dai tuoi dipendenti che accedono al tuo sito web.

L'attività dei tuoi dipendenti può ridurre la qualità dei tuoi dati e rendere più difficile per te capire cosa stanno facendo i visitatori reali sul sito web e quanto traffico hai.

Anche se i filtri basati su IP potrebbero non essere il modo migliore per filtrare il nostro traffico interno, vorrei iniziare con quel metodo come il percorso più semplice da utilizzare e come base per spiegare come funzionano i nuovi filtri di dati.

Come filtrare il traffico in base all'IP

Passare a Flussi di dati in GA4.

Screenshot da GA4, maggio 2023

Vai a Configura impostazioni tag, fai clic sul pulsante Mostra tutto, quindi fai clic su Definisci regola di traffico interno.

Configura le impostazioni dei tag Definisci il traffico interno

Nella finestra di dialogo popup, fai clic sul pulsante Crea e vedrai una schermata in cui puoi inserire gli indirizzi IP che desideri escludere.

Si prega di notare il parametro "traffic_type=internal" nella finestra di dialogo.

Quando crei una regola, ogni volta che si applica, aggiunge agli hit di Google Analytics il parametro "tt=internal" che viene salvato nel database GA4.

Aggiungi filtri di dati passando a Impostazioni dati, quindi a Filtri dati e facendo clic sul pulsante Crea filtro.

Filtri dati Filtro traffico interno

L'idea di base è semplice: devi assegnare un valore a tua scelta al parametro "traffic_type" e quindi utilizzare i filtri di dati per rimuovere tutti gli hit che hanno lo stesso valore assegnato al parametro "traffic_type".

Sono disponibili due opzioni: il filtro "Sviluppatore" e il filtro "Traffico interno".

Che cos'è il filtro dati sul traffico interno?

Questo filtra tutto il traffico con il parametro traffic_type impostato su "internal" per impostazione predefinita. Il valore del parametro e il nome del filtro possono essere qualsiasi cosa.

Come funziona il filtro dei dati sul traffico interno?

Ad esempio, puoi creare una regola di filtro IP con un parametro traffic_type=europe_headquarters e impostare un intervallo IP diverso per il tuo ufficio nell'UE.

Puoi creare tutte le regole che desideri con diversi valori del parametro traffic_type e verrà inviato nel payload dell'hit (come parametro) quando l'IP del visitatore corrisponde alla regola.

tt nel payload dell'hit

Quindi, aggiungendo un filtro dati per ogni regola IP che hai creato, GA4 escluderà gli hit quando traffic_type il valore dell'impostazione del filtro dati corrisponde al parametro tt del payload (tt è semplicemente un'abbreviazione di "tipo di traffico").

Che cos'è il filtro dati sul traffico degli sviluppatori?

Questo filtro esclude il traffico degli sviluppatori o il traffico interno di un'azienda o organizzazione.

Analogamente al filtro dei dati sul traffico interno, elimina solo i dati dalla registrazione nel database di GA, con la differenza che puoi ancora vedere la tua attività nella vista di debug e nei suoi rapporti in tempo reale.

Ecco perché si chiama filtro dati sviluppatore.

Al contrario, non puoi visualizzare gli eventi del traffico interno nella visualizzazione di debug quando i filtri dei dati interni sono attivi.

Come funziona il filtro dati sviluppatore?

Quando la modalità di debug è abilitata, il parametro del payload _dbg è incluso negli hit.

Quindi, il filtro dei dati dello sviluppatore elimina tutti gli hit con _dbg il parametro registrato nel database GA4.

Il parametro della modalità di debug viene aggiunto quando si utilizza la modalità di anteprima di Google Tag Manager o quando si utilizza Google Analytics Debugger.

_dbg parametro della vista di debug nel payload

Stati filtro dati

I filtri di dati hanno tre stati diversi:

  • Test.
  • Attivo.
  • Inattivo.

Gli stati attivo e inattivo sono autoesplicativi, ma potresti chiederti quale sia lo stato di test.

Nella modalità test, puoi applicare un filtro nei rapporti GA utilizzando la dimensione personalizzata aggiunta automaticamente "Nome filtro dati test" uguale al nome del filtro dati.

La modalità di test è un'ottima funzionalità che ti consente di verificare se i tuoi filtri funzionano correttamente prima di attivarli perché l'applicazione di un filtro di dati ha un impatto permanente sui tuoi dati.

Significa che i dati che escludi non verranno elaborati e non saranno accessibili in Analytics.

Abbiamo imparato come funzionano i filtri di dati utilizzando le regole di filtro IP predefinite.

Ma come ho detto, questo non funzionerà con i team remoti e, in tal caso, è meglio utilizzare un approccio basato sui cookie in cui invii al tuo team un URL che può aprire e le loro visite successive verranno escluse in base ai cookie.

Come escludere il traffico in GA4 utilizzando i cookie

Voglio essere onesto all'inizio: l'impostazione richiede molti passaggi.

Devi ricordare il principio.

Dobbiamo inviare gli hit con il parametro traffic_type che abbiamo impostato nei filtri di dati durante la creazione.

Ciò significa che imposteremo un cookie sui browser dei dipendenti e controlleremo ogni visita. Ogni volta che viene impostato quel cookie, imposteremo il parametro traffic_type su "internal".

Diciamo che useremo il parametro di query exclude_user.

Quando i dipendenti visitano l'URL "https://example.com/?exclude_user=1" con il parametro di ricerca "exclude_user" impostato su "1", verrà impostato un cookie di esempio exclude_user.

Puoi inviare quell'URL ai tuoi dipendenti affinché lo utilizzino una volta per aprire il sito Web e impostare i cookie.

Nota: mantenere gli stessi nomi delle variabili è importante affinché i codici seguenti funzionino e poiché i cookie impostati sul lato client scadono dopo sette giorni in Safari, i tuoi dipendenti potrebbero dover aprire quell'URL una volta alla settimana oppure puoi impostare i cookie quando sono loggati sul lato server del tuo sito web.

Per impostare un cookie quando si apre l'URL https://example.com/?exclude_user=1, dobbiamo aggiungere un tag "HTML personalizzato" in GTM con il seguente script e scegliere il trigger di attivazione "Visualizzazioni di pagina di tutte le pagine".

(Suggerimento: puoi utilizzare ChatGPT per la codifica.)

Tag HTML personalizzato in GTM

Aggiungi il tipo di variabile "Cookie di prima parte" con il nome "Cookie interno" e imposta l'impostazione del nome del cookie come exclude_user.

Variabile cookie di prima parte

Restituirà il valore del cookie exclude_user se è impostato, o un valore speciale undefined (diverso dalla stringa “undefined”) se il cookie non esiste.

Aggiungi una variabile incorporata "Modalità debug" denominata "Modalità debug".

Variabile della modalità di debug

Crea una variabile di tipo JavaScript denominata "Traffico interno", copia e incolla il codice sottostante e salva.

Questa variabile JavaScript restituirà i valori "internal" o "developer_view" (potrebbe essere qualcosa di diverso da "internal") da impostare per il parametro traffic_type.

function getTrackingType() { var developer_mode = {{Debug Mode}}; var urlParams = new URLSearchParams(window.location.search); var excludeUserParam = urlParams.get('exclude_user'); //se il parametro query exclude_user esiste, sovrascrive il valore restituito. if( excludeUserParam !== null ){ var filter_type_overrdie = (excludeUserParam === null || excludeUserParam === '1'); //se il parametro exclude_user è impostato non controllare i cookie if( filter_type_overrdie ){ return 'internal'; }altro{ return 'developer_view'; } } var internalCookie = {{Cookie interno}}; if ( internalCookie === "1" ) { return 'internal'; } if (developer_mode) { return 'developer_view'; } restituisce undefined; } Variabile JavaScript GTM in cui impostiamo il valore del parametro traffic_type

Avrà un valore diverso da quello interno, quindi il nostro filtro di dati non filtrerà le nostre viste dello sviluppatore e possiamo eseguire il debug della nostra configurazione pur avendo un'impostazione del cookie exclude_user.

Lo scopo di questa configurazione è escludere gli sviluppatori dalle visite al sito Web quando non stanno testando, consentendo loro comunque di eseguire il debug quando necessario perché è necessario essere in grado di eseguire il debug della configurazione occasionalmente.

Imposta il parametro traffic_type in modo che venga compilato dalla variabile {{Internal Traffic}} appena creata nel tag di configurazione GA4.

Come impostare il parametro traffic_type

Visualizzalo in anteprima in Google Tag Manager (GTM) aprendo qualsiasi URL del tuo sito web con la stringa di query "?exclude_user=1" allegata e controlla che il parametro "traffic_type" sia compilato e che il parametro "tt" hit payload sia impostato a "interno".

Puoi passare dai valori "internal" a "developer_view" semplicemente modificando il valore del parametro query exclude_user da 1 a 2.

Una volta che sei sicuro che i filtri funzionino correttamente e non filtrino per errore il traffico degli utenti reali, puoi attivarli dalla pagina dei filtri dati e il gioco è fatto.

Come attivare il filtro dati in GA4

Se disponi di un'implementazione gtag.js, devi aggiungere un parametro traffic_type uguale a "internal" alla configurazione del tag, come mostrato di seguito.

gtag('set', { 'traffic_type': 'internal' });

Per abilitare la modalità di debug, suggerirei di utilizzare l'estensione di Chrome.

Ma consiglio vivamente di utilizzare una configurazione GTM perché è più facile da scalare e su grandi progetti la manutenzione sarà più conveniente.

Se ti piace la codifica, almeno puoi passare all'ibrido utilizzando GTM e spingendo i parametri dei dati nel livello dati sul JavaScript personalizzato del tuo sito web.

Conclusione

So cosa stai pensando dopo aver letto questa guida.

Il percorso verso la semplicità è troppo complicato e dove una volta ci volevano pochi secondi, ora devi passare giorni a impostare correttamente i tuoi filtri.

Potresti anche non avere le conoscenze tecniche necessarie per implementare i passaggi descritti in questa guida.

Tuttavia, qui è dove suggerirei di utilizzare ChatGPT per ottenere ulteriore aiuto.

Se hai bisogno di un filtro diverso che richiede una codifica personalizzata aggiuntiva, puoi chiedere a ChatGPT di codificare per te.

Ad esempio, puoi chiedergli di creare una variabile JavaScript per GTM che restituisca "interna" quando si visita il tuo sito Web da riferimenti spam ed esclude il traffico spam.

Il principio è semplice: dovresti impostare un parametro traffic_type=”some_value” su qualsiasi valore desideri ed escludere eventuali hit che hanno il parametro traffic_type impostato su quel valore utilizzando i filtri di dati.

Spero che in futuro il team di Google Analytics aggiunga un controllo più granulare e intuitivo su come filtrare il traffico, in modo simile a Universal Analytics.

Altre risorse:

Immagine di presentazione: Rajat Chamria/Shutterstock

Le Critiche Crescenti Contro Google
Scoprire lo Sviluppo Web: La Programmazione come Arte
Scopri i Top Podcast SEO del 2024 e Mantieniti Aggiornato
Il ruolo delle finestre di dialogo nella progettazione di un'interfaccia utente web
Guida all'Integrazione di ChatGPT sul Tuo Sito Web
Utilizzo efficace di ChatGPT per la ricerca di parole chiave
Automatizzare le Campagne PPC con l'Intelligenza Artificiale Generativa
Aggiungere Coinvolgimento al tuo Sito con uno Sfondo Video CSS
Importanza delle Pagine di Destinazione per la Generazione di Lead e Incremento delle Vendite
Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?