Gli esperti del Digital marketing

Potenzia il tuo business online con Monkey Digital SEO: sfrutta al massimo il potenziale del marketing strategico digitale.

Google chiarisce come funziona il sistema di contenuti utili

Google Clarifies How Helpful Content System Works

Google SearchLiaison ha chiarito un passaggio confuso nella guida al sistema di contenuti utili che apparentemente aveva il potenziale di causare problemi involontari a editori innocenti.

Sistema di contenuti utili

Il sistema di contenuti utili di Google si basa su un modello di apprendimento automatico che utilizza i classificatori per generare un segnale che viene poi utilizzato dal sistema di classificazione di Google per eliminare i contenuti di bassa qualità.

Un classificatore è un algoritmo in un modello di machine learning che assegna un'etichetta a un input. Nel contesto del sistema di contenuti utili, il modello di apprendimento automatico assegna un'etichetta al contenuto del sito Web, che a sua volta genera un segnale, come un pollice verso.

Anche questo segnale è ponderato, il che significa che un sito con pochi contenuti non utili ottiene un pollice in giù minore rispetto a un sito con molti contenuti inutili che otterrebbe un pollice in giù maggiore.

Il sistema di contenuti utili genera un segnale, che è uno delle centinaia o migliaia di altri segnali utilizzati per classificare un sito (come collegamenti, pertinenza, ecc.).

Guida di Google involontariamente opaca

Google ha aggiornato le proprie linee guida per il sistema di contenuti utili durante l'ultimo sistema di contenuti utili per contribuire ad aggiungere chiarezza su cosa fosse questo segnale in modo che editori e SEO potessero capire perché i siti hanno perso il posizionamento.

La parola “opaco” significa qualcosa che manca di chiarezza o trasparenza. E sfortunatamente c’era una parte di quella guida che sembrava essere involontariamente opaca e di conseguenza confusa.

Questo è il passaggio in questione:

"Stai modificando la data delle pagine per farle sembrare fresche quando il contenuto non è cambiato sostanzialmente?"

Questo passaggio è rivolto ad alcuni utenti che stanno tentando di ingannare l'algoritmo di freschezza di Google apportando una modifica relativamente banale al contenuto e aggiornando poi la data di pubblicazione per indurre Google a pensare che il vecchio contenuto sia una pagina web appena pubblicata.

Ma il problema è che molte persone tornano su una pagina web e apportano piccole modifiche al contenuto per:

  • Correggi gli errori di battitura
  • Sostituisci o aggiungi una parola per renderla grammaticalmente corretta o più chiara
  • Cambia le parole per rendere il contenuto più chiaro

Ci sono molti cambiamenti legittimi ma piccoli che molte persone apportano ai contenuti.

Le linee guida che apparentemente proibivano di apportare piccole modifiche che comportassero modifiche alla data hanno creato la situazione in cui un piccolo miglioramento ora aveva il potenziale per contribuire a una valutazione negativa da parte del sistema di contenuti utili.

Questo è esattamente il problema segnalato su X (ex Twitter).

Luke Jordan (@lr_jordan) ha condiviso la loro legittima preoccupazione:

“Google non comprende le sfumature abbastanza bene da stabilire regole generali

Sta punendo i siti web che utilizzano la data dell'"ultimo aggiornamento" per modifiche "piccole".

Ma nei giochi, una patch/aggiornamento potrebbe essere semplice come un aggiornamento che costava 5 punti, ora ne costa 6

E quel piccolo aumento potrebbe cambiare molto sulla sua utilità

Gli utenti vorranno sapere che il post è aggiornato e quindi pertinente, quindi faranno riferimento alla data e al numero di patch

Un aggiornamento davvero prezioso potrebbe richiedere la modifica del numero da 6 a 5 e un numero di patch da 9.0.1 a 9.0.2.

Se la data dice che la guida è stata aggiornata l'ultima volta 6 mesi fa, non ha senso

Inoltre la data (molto obsoleta) viene mostrata nei risultati di Google, quindi le persone farebbero anche molto meno clic su di essa, con il CTR che è un altro fattore di ranking

Ovviamente possono semplicemente far finta di capire tutto questo e essere super disponibili vincerà sempre!”

Google SearchLiaison ha risposto:

“No, non lo facciamo se gli aggiornamenti sono fatti per essere utili alle persone.

Non è qualcosa che diciamo.

Non nelle nostre linee guida”.

SearchLiaison è corretto ma, a causa dell'opacità di quell'unico passaggio, sembra dire ciò che Luke Jordan dice che significhi.

Luca ha proseguito con:

"Quindi, per conferma, sai se la modifica di un singolo carattere in un articolo è progettata per essere utile alle persone?"

C'è un post aggiuntivo di Luke, accompagnato da uno screenshot del passaggio nella guida:

"perché è letteralmente nelle tue linee guida che non dovresti cambiare la data delle pagine quando il contenuto non è cambiato sostanzialmente."

SearchLiaison ha risposto:

“Il contesto di queste domande è se stai facendo qualcosa per Google.

Se stai modificando la data semplicemente perché pensi che "questo farà sì che Google pensi che sia nuovo", probabilmente ti stai allineando ad altri comportamenti che nel complesso sono in linea con i segnali che utilizziamo per identificare l'utilità dei contenuti.

Non è solo una cosa. Non è diretto.

E non è un problema se non fai le cose principalmente per Google."

Allineamento con altri comportamenti

Ciò che SearchLiaison sembra dire è che la tattica del cambio di data è solo una delle tante tattiche che il modello di machine learning utilizza per calcolare la probabilità statistica che la pagina web utilizzi tattiche SEO per Google invece di fare qualcosa per creare contenuti utili e utili.

C'è un problema nelle statistiche per cui se usi solo una metrica isolatamente il modello statistico prenderà decisioni sbagliate.

Ecco perché nei modelli statistici relativi alla ricerca è ben documentato che l'utilizzo di più segnali insieme per calcolare la probabilità statistica è più accurato rispetto all'utilizzo di un solo segnale (metrica).

Se sei nuovo a questo, dai un'occhiata a questo PDF di un sistema di identificazione statistica dello spam che combina più funzionalità come metriche on-page, off-page e di interazione dell'utente per arrivare alla classificazione se una pagina web è spam o meno.

Non per aggiungere parole alla risposta di SearchLiaison, ma sembra che stiano insinuando che fare anche solo una cosa che sia un possibile indicatore di inutilità non è sufficiente per etichettare la pagina web come inutile quando non ci sono altri segnali negativi.

Ecco cosa ha detto SearchLiaison:

"Se stai cambiando la data solo perché pensi" questo farà sì che Google pensi che sia nuovo, "probabilmente ti stai allineando con altri comportamenti che nel complesso sono in linea con i segnali che utilizziamo per identificare l'utilità dei contenuti."

È positivo che SearchLiaison abbia chiarito questo punto perché ho anche ritenuto che il passaggio sembrasse eccessivamente ampio e potesse portare a falsi positivi (quando un sito innocente viene classificato come spam).

Immagine in primo piano di Shutterstock/Merkushev Vasiliy

Le Critiche Crescenti Contro Google
Scoprire lo Sviluppo Web: La Programmazione come Arte
Scopri i Top Podcast SEO del 2024 e Mantieniti Aggiornato
Il ruolo delle finestre di dialogo nella progettazione di un'interfaccia utente web
Guida all'Integrazione di ChatGPT sul Tuo Sito Web
Utilizzo efficace di ChatGPT per la ricerca di parole chiave
Automatizzare le Campagne PPC con l'Intelligenza Artificiale Generativa
Aggiungere Coinvolgimento al tuo Sito con uno Sfondo Video CSS
Importanza delle Pagine di Destinazione per la Generazione di Lead e Incremento delle Vendite
Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?