Gli esperti della Link Building

Su Seowebsite ricevi sempre i migliori link al miglior prezzo

Google sfata la teoria del “gonfiore dell’indice”.

Google sfata la teoria del "gonfiore dell'indice".

John Mueller di Google smentisce la teoria "Index Bloat", affermando che non c'è limite al numero di pagine indicizzate per sito.

In un recente episodio del podcast "Search Off The Record", il team Search Relations di Google risponde a domande sull'indicizzazione delle pagine web.

Un punto chiave della discussione è stato il concetto di "Index Bloat", una teoria che ha attirato l'attenzione all'interno della comunità SEO.

L'avvocato della ricerca di Google John Mueller confuta l'idea del gonfiamento dell'indice, che postula che un'indicizzazione eccessiva di pagine non necessarie possa avere un impatto negativo sul posizionamento nei motori di ricerca.

Questo articolo copre i dettagli della teoria del gonfiamento dell'indice, la risposta di Google e le implicazioni più ampie per le pratiche SEO.

La teoria dietro Index Bloat

Il termine "rigonfiamento dell'indice" descrive una situazione in cui i crawler di ricerca indicizzano le pagine che non sono ideali per i risultati di ricerca.

Ciò include una varietà di pagine, come pagine di prodotti filtrate, risultati di ricerca interna, versioni di pagine stampabili e altro ancora.

I fautori della teoria del gonfiamento dell'indice sostengono che queste pagine rendono più difficile per i motori di ricerca comprendere i siti Web, con un impatto negativo sulle classifiche di ricerca.

La teoria si riferisce al concetto di crawl budget, il numero di URL che un bot di ricerca scansionerà durante ogni visita.

La teoria suggerisce che il gonfiamento dell'indice può portare a un uso inefficiente di questo crawl budget poiché i robot di ricerca impiegano tempo e risorse per raccogliere informazioni non necessarie.

La risposta di Google alla teoria del gonfiore dell'indice

Mueller smentisce la teoria del gonfiamento dell'indice, affermando:

“Non sono a conoscenza di alcun concetto di aumento dell'indice in Google. I nostri sistemi non limitano artificialmente il numero di pagine indicizzate per sito. Mi assicurerei solo che le pagine che fornisci per l'indicizzazione siano effettivamente pagine utili, ma ciò è indipendente dal numero di pagine del tuo sito."

Questa affermazione mette in discussione la premessa fondamentale del gonfiamento dell'indice.

Secondo Mueller, Google non impone un limite artificiale alle pagine indicizzate per sito.

Piuttosto che preoccuparsi di omettere pagine dall'indice di Google, Mueller ritiene che il tuo tempo sia speso meglio pubblicando contenuti utili.

Le "cause" dell'indice gonfio

Coloro che supportano la teoria del gonfiamento dell'indice spesso citano cause come la duplicazione accidentale delle pagine, file robots.txt errati e contenuti poco performanti o scarni.

Tuttavia, Google suggerisce che queste non sono cause di un inesistente "rigonfiamento dell'indice" ma pratiche SEO generali a cui i webmaster e i professionisti SEO dovrebbero prestare attenzione.

"Rilevamento" indice Bloat

I fautori della teoria del gonfiamento dell'indice hanno suggerito di utilizzare strumenti come Google Search Console per rilevare il gonfiamento dell'indice confrontando il numero di pagine indicizzate con quanto previsto.

Il punto di vista di Google, tuttavia, implica che questo confronto non indica un problema. Fa parte della normale gestione e monitoraggio del sito web.

L'ultima parola

Nonostante le conversazioni sull'aumento dell'indice, la posizione ufficiale di Google è chiara: l'idea è sfatata.

Invece, l'obiettivo dovrebbe essere quello di garantire che le pagine fornite per l'indicizzazione siano preziose e pertinenti.

Fonte: Ricerca Google Off The Record

Immagine in primo piano generata dall'autore utilizzando Midjourney.

Come verificare il tuo sito WordPress su Pinterest
Google aggiorna le linee guida sui sistemi di spam e posizionamento
Ricerca Google sopraffatta da un massiccio attacco di spam
Google Ads semplifica la prenotazione delle campagne video su YouTube
Il blog della tua azienda è idoneo per Google News?
Google vuole frenare il microtargeting negli annunci finanziari al consumo
webinar di successo
 L'intelligenza artificiale mangerà la tua esperienza a colazione?  L'esempio di LinkedIn
Google evidenzia forum e profili con nuovi dati strutturati

Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?