Gli esperti del Digital marketing

Potenzia il tuo business online con Monkey Digital SEO: sfrutta al massimo il potenziale del marketing strategico digitale.

Il futuro del Web e della SEO e come dovrebbero prepararsi gli analisti web

Il futuro del Web e della SEO e come dovrebbero prepararsi gli analisti web

È un momento entusiasmante per la SEO. Con l’avvento dell’intelligenza artificiale e la maturazione dei social media, il panorama delle ricerche sta cambiando rapidamente davanti ai nostri occhi. L’anno scorso Google ha rilasciato un massiccio aggiornamento dell’algoritmo che ha cambiato il modo in cui gli analisti web si avvicinano alla SEO.

Il cambiamento più grande è la nuova aggiunta delle linee guida EEAT, che è la risposta di Google all’ascesa dell’intelligenza artificiale come strumento di generazione di contenuti. La seconda “E”, che sta per Experience, si posiziona di nuovo accanto alle linee guida preesistenti di competenza, autorevolezza e fiducia.

Esaminerò il modo in cui alcuni dei migliori analisti web stanno rispondendo a questo nuovo aggiornamento dell'algoritmo e quali sono le aspettative per il SEO in futuro.

(Nota dell'autore: i dati in questo post, se non diversamente specificato, provengono dal rapporto sui dati sullo stato del web e sul SEO 2023 di HubSpot, che ha intervistato oltre 400 analisti web nel giugno 2023.)

Mentre il panorama digitale continua ad evolversi, gli analisti web devono stare al passo con i tempi per garantire che i loro siti web rimangano competitivi e visibili. Utilizza i seguenti collegamenti rapidi per navigare nell'articolo o continua a scorrere.

Lo stato attuale della creazione di contenuti e del SEO

L’intelligenza artificiale ha avuto un enorme impatto sulla ricerca e i motori di ricerca come Google si stanno affrettando ad aggiornare i propri algoritmi per evitare che un afflusso di contenuti generati dall’intelligenza artificiale inondi il panorama della ricerca. Ecco una panoramica di come l'intelligenza artificiale ha influenzato la ricerca e cosa possiamo fare per prepararci.

L’intelligenza artificiale crea un dilemma tra qualità e quantità.

L’intelligenza artificiale nella creazione di contenuti è un’arma a doppio taglio. Il 75% dei professionisti dei blog ritiene che l’intelligenza artificiale generativa aumenterà il traffico del sito web e il 58% degli analisti web sta già implementando l’intelligenza artificiale nel proprio flusso di lavoro.

Ma questa capacità di pompare contenuti gamificati per gli algoritmi di ricerca in genere significa che la qualità del tuo output diventa meno rilevante. In altre parole, poiché puoi produrre di più, è troppo forte la tentazione di concentrarsi sul volume poiché la qualità dei tuoi contenuti ne risente. Ciò porta a un'ondata di contenuti irrilevanti o inutili che sono stati ottimizzati per il posizionamento nei risultati di ricerca, il che non va bene per gli utenti o per il motore di ricerca.

Un esempio recente a cui possiamo guardare è Sports Illustrated che ha utilizzato l’intelligenza artificiale per generare recensioni di prodotti sul suo sito web. Non solo il contenuto è stato chiaramente generato dall'intelligenza artificiale (vedi immagine sotto), ma l'azienda ha ricevuto tonnellate di reazioni negative per questa mossa, con conseguenti molte PR negative.

Questo è un chiaro esempio di utilizzo improprio dell'intelligenza artificiale per la creazione di contenuti: è anche il punto in cui entra in gioco l'algoritmo aggiornato di Google.

Le linee guida EEAT di Google risolvono i contenuti irrilevanti o inutili.

La "E" aggiunta, o "esperienza", significa che Google ora attribuisce maggiore importanza all'esperienza vissuta reale. Vuole sapere che la persona che ha prodotto l'informazione ha effettivamente un'esperienza reale con quell'argomento. Ciò significa che quando Google sceglie tra intelligenza artificiale e esseri umani, gli esseri umani sono più importanti che mai per produrre contenuti pertinenti.

La qualità dei contenuti rispetto alla quantità era già un problema per gli utenti. In effetti, se ti è mai capitato di aggiungere "Reddit" alla fine della tua query di ricerca per ottenere un risultato più accurato, non sei il solo. Un sondaggio dell'Autorità Android del 2022 ha rilevato che ben il 70% degli utenti aggiunge il termine "Reddit" alle proprie query di ricerca per ottenere risultati più accurati o pertinenti.

Le persone vogliono contenuti generati dagli utenti.

Ciò dimostra che esiste una forte domanda di contenuti creati dagli utenti. Le persone non vogliono un articolo giocoso che elenchi solo gli stessi 10 strumenti popolari utilizzati da tutti. Vogliono ascoltare recensioni reali da persone reali. L’ascesa dell’intelligenza artificiale sta costringendo Google a dare priorità ai contenuti di individui e blog specializzati in campi di contenuto.

Questo è anche il motivo per cui le persone gravitano verso mezzi come il podcasting rispetto ai talk show tradizionali. I dati mostrano che ci sono 464,7 milioni di ascoltatori di podcast e il numero cresce ogni giorno. Le persone vogliono esperti comprovati e contenuti specializzati per ottenere un'opinione attendibile sull'argomento a cui sono interessati.

Il futuro della creazione di contenuti

Prima di passare all'esperienza utente, riassumiamo rapidamente il futuro della creazione di contenuti:

  • Il contenuto specializzato e generato dagli utenti è il re.
  • Le persone vogliono ascoltare gli esperti e questo viene preso in considerazione nelle classifiche di ricerca.
  • L’intelligenza artificiale generativa aumenterà le capacità di creazione di contenuti su tutte le reti.

Ora diamo un'occhiata a come sta cambiando l'esperienza dell'utente grazie all'intelligenza artificiale e ad altre tecnologie web.

Il futuro dell'esperienza utente (UX)

Le esperienze degli utenti online stanno cambiando. Come web designer e analisti, stiamo imparando come rendere queste esperienze più fluide e creando interfacce che semplificano i processi noiosi.

Ma ciò non significa che tutto cambierà da un giorno all’altro. Di seguito sono riportate alcune cose da tenere a mente sul futuro dell'esperienza utente e cosa a cui prestare attenzione nei prossimi mesi.

Il contenuto sarà ancora incentrato sulla ricerca.

Similmente a quanto osservato negli ultimi anni, le principali strategie SEO sono tutte incentrate sulla ricerca. Anche se Google cambia costantemente il suo algoritmo, è ancora l'opzione preferita praticamente per chiunque cerchi informazioni.

Ma ora che siamo chiamati a soddisfare gli standard EEAT, queste strategie sembrano leggermente diverse. I creatori di contenuti devono infondere esperienza diretta negli argomenti al fine di "ottimizzare il contenuto della pagina in base alle parole chiave e all'intento di ricerca".

Ciò significa che se vuoi che i tuoi contenuti abbiano un buon posizionamento nei risultati di ricerca, devono essere utili e scritti da una persona reale. È la domanda su come farlo su larga scala a cui la maggior parte dei team di contenuti dovrà rispondere.

L’intelligenza artificiale migliorerà la qualità e la quantità della ricerca sulla UX.

La UX è sempre stata intrecciata con la ricerca SEO. Dopotutto, il lavoro principale di un ricercatore UX è comprendere le esigenze dei consumatori, identificare i mercati target, le motivazioni e altro ancora. Se sai cosa pensano i tuoi clienti del tuo prodotto, puoi aiutarli meglio a risolvere le loro esigenze.

L’intelligenza artificiale aiuta questi professionisti a ottenere maggiori informazioni sul comportamento dei clienti. Cose semplici che sono sempre esistite, come l’analisi del sentiment, sono ora potenziate dall’intelligenza artificiale in grado di analizzare grandi quantità di dati non strutturati. Non solo questi strumenti di misurazione stanno diventando sempre più dettagliati e sofisticati, ma l’intelligenza artificiale offre ai ricercatori la possibilità di testare campioni di dimensioni più grandi ottenendo risultati più accurati e precisi.

L’esperienza mobile diventerà ancora più importante.

Il design ottimizzato per i dispositivi mobili è più importante che mai nell’era digitale. Un sorprendente 80% degli intervistati della generazione Z utilizza i telefoni cellulari più di qualsiasi altro dispositivo per cercare risultati di ricerca.

Dal grafico a barre, puoi vedere chiaramente che gli utenti mobili rappresentano un’enorme priorità per il futuro panorama SEO. Se si escludono i boomer da questi dati, quasi il 70% degli intervistati utilizza il cellulare più di qualsiasi altro dispositivo per le query di ricerca. Gli smartphone ci hanno dato la possibilità di effettuare ricerche in movimento e i nostri iPhone non andranno da nessuna parte presto. Le generazioni future continueranno a fare affidamento sui dispositivi mobili finché non troveremo un modo ancora più veloce per cercare informazioni.

Più che essere semplicemente qualcosa che devi fare, il mobile è anche un'enorme opportunità per la tua azienda. Innanzitutto, assicurati che il design del tuo sito web sia ottimizzato per i dispositivi mobili. Pensaci: una volta che Google indirizza le persone al tuo sito, dovrebbero essere accolte con un'esperienza user-friendly.

Se disponi di un'app mobile, falla apparire nelle query mobili per aumentare la generazione di lead per il tuo sito web. Puoi anche utilizzarlo come un potente strumento per l'esperienza del cliente che soddisfa gli utenti e li spinge a tornare alla tua app per ulteriori informazioni.

L’ascesa dei social media (e il suo impatto sulla SEO)

I social media stanno influenzando la SEO.

Andare di pari passo con l’esperienza mobile sono i social media. Le piattaforme di social media stanno diventando sempre più influenti nella SEO perché le generazioni più giovani fanno molto affidamento su di esse per fare acquisti, ricercare nuovi marchi e prodotti e tenersi al passo con le tendenze. Ciò è in parte dovuto al fatto che i consigli personali stanno diventando sempre più popolari. È più probabile che le persone provino un marchio di cui hanno sentito parlare da qualcuno di cui si fidano, da qui la crescente popolarità degli influencer sui social media.

Un sondaggio ha rilevato che il 51% delle donne della generazione Z preferisce TikTok a Google per la ricerca. Ora, questo non significa che dovresti abbandonare Google e iniziare a caricare tutti i tuoi contenuti come video di danza alla moda. Ma dimostra che se il tuo marchio non sfrutta i social media per aumentare la notorietà, resta indietro. È importante avere una forte presenza social ovunque i tuoi consumatori siano attivi online ed esistono numerosi strumenti per le ricerche di mercato che puoi utilizzare per capire quali piattaforme social utilizzano solitamente il tuo pubblico.

Anche solo avere un account con cui i clienti possono interagire può essere un modo fondamentale per promuovere l'interesse e la comunità del marchio.

I creatori di contenuti hanno più strumenti con cui lavorare.

Che si tratti di TikTok, Instagram o di qualsiasi piattaforma intermedia, i creatori di contenuti hanno a disposizione una serie di strumenti gratuiti per generare contenuti. Ad esempio, TikTok può aiutarti a creare video di tendenza, Instagram può generare fotografie straordinarie e persino Snapchat può essere utilizzato per creare adesivi.

E la parte migliore è che sono tutti intercambiabili. Solo perché hai girato il video su TikTok non significa che non possa essere ripubblicato sul tuo Facebook o sul tuo sito web. In effetti, molti marchi ospiteranno video solo sulle proprie pagine Web, quindi gli utenti dovranno visitare il loro sito Web anziché YouTube per accedere ai loro contenuti.

Gli analisti web hanno maggiori opportunità di collaborare con gli strateghi dei social media.

Potresti essere seduto lì a pensare: “Sono un analista web. Cosa c’entrano i social media con me?”

Con l'aumento sempre maggiore delle piattaforme di social media, stiamo vedendo maggiori opportunità per indirizzare gli utenti al tuo sito web dai contenuti social. Torniamo per un secondo a TikTok. Puoi collegare gli utenti al tuo sito web o alla tua app direttamente nel video che stai pubblicando. Ecco un esempio tratto da un gioco per cellulare che continua a comparire sulla mia cronologia.

In qualità di analista web, questo è solo un nuovo canale di cui vorrai monitorare l'efficacia. Ogni piattaforma di social media ha le proprie funzionalità e strumenti che possono indirizzare gli utenti verso aree specifiche del tuo sito. Approfitta di questi strumenti e creerai potenti percorsi di conversione perfetti per i social media.

Il futuro del Web e della SEO

L'intelligenza artificiale, le esperienze mobili e l'EEAT sono solo gli ultimi sviluppi nel mondo della creazione di contenuti e della SEO. In qualità di analisti web e strateghi dei contenuti, dobbiamo rimanere al passo con queste tecnologie e tendenze perché molto altro è in arrivo. Prima ci immergeremo, più facile sarà tenere il passo con questi cambiamenti mentre continuano ad avvenire nel tempo.

Per ora, la conclusione più importante è che sia i motori di ricerca che i consumatori sono alla ricerca di contenuti affidabili e generati dagli utenti. La questione non è la quantità di contenuti che l'intelligenza artificiale può aiutarti a produrre, ma piuttosto quanto puoi creare quei contenuti con l'assistenza dell'intelligenza artificiale. E ora che l’intelligenza artificiale può farti risparmiare tempo nella creazione di contenuti, come puoi riallocare quel tempo per creare un’esperienza utente ancora migliore.

Le Critiche Crescenti Contro Google
Scoprire lo Sviluppo Web: La Programmazione come Arte
Scopri i Top Podcast SEO del 2024 e Mantieniti Aggiornato
Il ruolo delle finestre di dialogo nella progettazione di un'interfaccia utente web
Guida all'Integrazione di ChatGPT sul Tuo Sito Web
Utilizzo efficace di ChatGPT per la ricerca di parole chiave
Automatizzare le Campagne PPC con l'Intelligenza Artificiale Generativa
Aggiungere Coinvolgimento al tuo Sito con uno Sfondo Video CSS
Importanza delle Pagine di Destinazione per la Generazione di Lead e Incremento delle Vendite
Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?