Gli esperti della Link Building

Su Seowebsite ricevi sempre i migliori link al miglior prezzo

In arrivo la nuova metrica Core Web Vitals: Interaction to Next Paint

In arrivo la nuova metrica Core Web Vitals: Interaction to Next Paint

Google ha annunciato che ritirerà una metrica web vitals di base e la sostituirà con una nuova che rappresenta in modo più accurato l'esperienza dell'utente.

La nuova metrica si chiama Interaction to Next Paint ed è stata promossa dallo stato sperimentale a in sospeso.

Google ha annunciato:

“A partire da oggi, INP non è più sperimentale e sarà invece considerato una metrica Core Web Vital in attesa. Questa è una nuova designazione per indicare che l'INP ha dimostrato di essere pronto a sostituire il FID, ma non stiamo ancora apportando il cambiamento.

Per dare all'ecosistema il tempo di adattarsi, l'INP diventerà ufficialmente una metrica Core Web Vital stabile nel marzo 2024".

Primo ritardo di ingresso (FID)

Il blog di Chrome ha annunciato che il First Input Delay (FID) sarà sostituito nel marzo 2024 dalla nuova metrica, Interaction to Next Paint (INP).

Il First Input Delay misura il tempo impiegato dal browser per elaborare un'interazione dell'utente, limitato a clic, keydown, mousedown e pointerdown.

Il tempo impiegato da un utente per fare clic su un pulsante e far sì che il pulsante risponda è generalmente bloccato da altri script.

Quindi è stato considerato una buona rappresentazione della reattività della pagina Web e dell'esperienza dell'utente.

Tuttavia la metrica FID era una misurazione incompleta della reattività.

FID ha misurato solo il ritardo, il tempo necessario prima che un elemento interattivo diventi reattivo.

FID non ha misurato la quantità di tempo prima che il sito Web possa reagire a tali interazioni.

Il team di Chrome ha esaminato diversi candidati e dopo circa un anno ha rilasciato Interaction to Next Paint (INP) con uno stato ufficiale di metrica sperimentale a maggio 2022.

INP misura l'intera reattività di una pagina, non solo il ritardo.

Secondo Google:

“I dati sull'utilizzo di Chrome mostrano che il 90% del tempo di un utente su una pagina viene trascorso dopo il caricamento.

Pertanto, è importante misurare attentamente la reattività durante tutto il ciclo di vita della pagina. Questo è ciò che valuta la metrica INP.

INP è disponibile tramite PageSpeed ​​Insights e molti test di velocità di terze parti nell'ultimo anno da maggio 2022.

Anche PageSpeed ​​Insights è stato aggiornato.

Una notazione nel log delle modifiche di PageSpeed ​​Insights registra:

“Interaction to Next Paint (INP) non è più una metrica sperimentale, ed è ora un Core Web Vital in sospeso. Questa modifica si riflette nell'interfaccia utente e nell'API.

Per l'API in particolare, la risposta ora ha la metrica INTERACTION_TO_NEXT_PAINT, che contiene gli stessi dati di EXPERIMENTAL_INTERACTION_TO_NEXT_PAINT.

EXPERIMENTAL_INTERACTION_TO_NEXT_PAINT verrà rimosso dalla risposta tra 90 giorni (8 agosto 2023)."

Interazione con Next Paint

L'innovazione di INP è che è una misura più accurata di quanto tempo impiega l'intera pagina a diventare reattiva.

Un INP scarso è quando fai clic su qualcosa e l'azione prevista, come un primo piano di un'immagine, non si verifica immediatamente.

La pagina di Google sull'INP lo spiega così:

“Una buona reattività significa che una pagina risponde rapidamente alle interazioni effettuate con essa.

Quando una pagina risponde a un'interazione, il risultato è un feedback visivo, che viene presentato dal browser nel frame successivo presentato dal browser.

Il feedback visivo ti dice se, ad esempio, un articolo che aggiungi a un carrello della spesa online viene effettivamente aggiunto, se si è aperto un menu di navigazione mobile, se i contenuti di un modulo di accesso vengono autenticati dal server e così via.

Alcune interazioni richiederanno naturalmente più tempo di altre, ma per interazioni particolarmente complesse, è importante presentare rapidamente un feedback visivo iniziale come segnale all'utente che sta accadendo qualcosa".

INP è misurato in millisecondi:

  • Nel punteggio INP inferiore a 200 millisecondi significa che la pagina va bene.
  • Un punteggio compreso tra 200 e 500 millisecondi significa che è l'area grigia in cui non è male ma ha bisogno di miglioramenti.
  • I punteggi INP superiori a 500 millisecondi rappresentano una scarsa reattività.

Screenshot da Web.dev

Cosa significa questo per editori e SEO?

Editori, sviluppatori e SEO che stanno già lavorando per accelerare le prestazioni del sito Web dovrebbero essere in grado di vedere punteggi positivi con INP.

Praticamente i soliti sospetti di script che impiegano molto tempo per caricarsi e diventare pronti per funzionare, impiegando troppo tempo per recuperare una risorsa e il tempo impiegato per analizzare CSS e HTML in modo che il sito Web possa essere visualizzato correttamente.

La pagina di Google sull'ottimizzazione per INP spiega:

“Quando un utente interagisce con una pagina, la prima parte di tale interazione è il ritardo di input.

A seconda di altre attività sulla pagina, i ritardi di input possono essere considerevoli.

Ciò potrebbe essere dovuto all'attività che si verifica sul thread principale (forse a causa del caricamento, dell'analisi e della compilazione degli script), della gestione del recupero, delle funzioni del timer o anche da altre interazioni che si verificano in rapida successione e si sovrappongono l'una all'altra.

I negozi di e-commerce potrebbero voler considerare quali funzionalità sono fondamentali per un utente per iniziare a fare acquisti su una pagina, quali script non sono necessari e quali funzionalità non mancheranno agli acquirenti se vengono rimosse.

L'INP è attualmente considerata una metrica vitale per il Web di base in attesa. Diventa una metrica ufficiale dei parametri vitali del web di base non per un altro anno, a maggio 2024.

Leggi l'annuncio di Google:

Avanzamento dell'interazione a Next Paint

Immagine in primo piano di Shutterstock/Krakenimages.com

Come ho costruito il mio primo sito web: il blog
Il nuovo gesto di ricerca basato sull'intelligenza artificiale per Android
TikTok guadagna terreno come motore di ricerca tra la generazione Z [STUDY]
10 problemi SEO che non sapevi di avere: come risolverli
I brevi video stanno ridefinendo il marketing
10 best practice per la ricerca a pagamento e la pianificazione PPC
Query Deserves Ads
Google apparently ranks Reddit posts within minutes
Che cos'è il Fluid Design e come viene utilizzato sui siti Web?
Link Building

Link Building come parte della tua strategia di marketing può portare a risultati rivoluzionari. Seowebsite è specializzato nel Link Building e aiuta gli imprenditori a realizzare un forte profilo di link che contribuisce alla crescita online. Possiamo supportarvi anche in questo?