We provide premium cPanel hosting!

 

Landing page, un’altra pratica del web marketing

Home > Landing page, un’altra pratica del web marketing
 
Posted by on Ott 5, 2018 in |
landing page

Una landing page è una pagina su cui “atterra” l’utente dopo aver cliccato su un link che sponsorizza un prodotto o servizio, su un banner o un’email di marketing.

Una landing page corretta è in tema con il link che rimanda ad essa, quindi ne rappresenta un’estensione. Nel caso contrario il link che riconduce ad essa funge da specchietto per le allodole sia per gli utenti ma soprattutto per i motori di ricerca.

Quando è una pubblicità a rinviare ad una landing page la personalizzazione più comune che la caratterizza è quella del pay per click. La pagina presenta in questo caso un contenuto che è pertinente con ciò che l’utente ha cercato nel motore di ricerca.

Tipi di Landig Page

Esistono due tipi di landing page, reference e transational: le prime hanno il compito di dare all’utente attraverso testi o altri componenti particolari informazioni importanti; le seconde invece consentono all’utente di portare a termine particolari operazioni come ad esempio riempire un form, molto comune nella vendita di prodotti o servizi online.

L’efficacia di una landing page si misura in Conversion Rate, letteralmente tasso di conversione ed equivale alla capacità della pagina di trasformare l’utente di passaggio in utente registrato.

Per ottenere ciò è opportuno che la pagina rispecchi determinate caratteristiche quali, ad esempio, che sia compatibile con la maggior parte delle piattaforme, che consenta una sola azione senza rimandare a link esterni e che abbia offerte speciali presenti al suo interno.

Un’altra caratteristica fondamentale per una buona landing page è la sua pertinenza con il link che rimanda ad essa.

Il contenuto è quindi nuovamente tirato in ballo e da qui si evince il suo ruolo decisivo sia per quanto riguarda il posizionamento, in quanto un contenuto corrispondente alla ricerca di un utente darà maggiori possibilità alla pagina di comparire tra i risultati dei motori di ricerca, sia dal punto di vista del tasso di conversione, cioè della capacità di convertire utenti di passaggio in utenti registrati.

In altri termini il contenuto consente alla pagina di dare maggiore credibilità al link, sia esso un link di sponsorizzazione, un’email marketing, un banner o qualsiasi altra pratica di web marketing e di rafforzarne il messaggio.

Infine un’altra strategia che conferisce maggiore efficacia ad una landing page è la presenza di testimonianze di altri utenti, soprattutto se si tratta della vendita di prodotti. I riscontri sono molto positivi e sono in grado di facilitare il processo di conversione dei navigatori in utenti registrati.

Ottimizzazione della Landing Page

Realizzare landing page di successo non è un gioco da ragazzi e prevede un lavoro preliminare serio e meticoloso.
La prima operazione da compiere si chiama search marketing, ovvero capire attraverso un’analisi del mercato cosa sta cercando l’utente. In tal modo quando “atterrerà” sulla nostra pagina essa risponderà perfettamente alla sua ricerca, alle sue esigenze. Ecco perché questa attività è fondamentale e determina il 50% della riuscita di una landing page.

Il secondo step è quello di concentrarsi sulla pagina stessa al fine di renderla esaustiva, completa di tutte le informazioni che sono necessarie all’utente, in modo da fargli capire che si trova nel posto giusto dove può ricevere tutti i dettagli informativi relativi alla sua ricerca. Una landing page curata nei minimi particolari è indispensabile per destare e mantenere vivo l’interesse dell’utente.

Oltre all’accuratezza delle informazioni è importante anche la forma. L’attenzione del navigatore si sa, dura una manciata di secondi. Per questo motivo è opportuno preferire la sintesi, un’architettura delle informazioni semplice, intuitiva che consenta all’utente di trovare ciò che vuole con facilità.

La presentazione dei contenuti della landing page è un fattore determinante per catturare l’interesse dell’utente e per questo motivo essa deve essere in primo luogo coerente con lo scopo della pagina; le informazioni devono essere redatte in maniera semplice e sintetica e soprattutto devono soddisfare tutte le domande dell’utente sul prodotto o servizio che gli si sta proponendo.

Una landing page che non risponde a tutti i quesiti della sua utenza è destinata a fallire perché non risulta affidabile e non induce all’acquisto.

L’ultimo elemento a cui prestare massima attenzione è l’azione finale da parte dell’utente, che può essere la compilazione di un form, l’acquisto del prodotto, la registrazione alla newsletter.

Questa procedura è da curare con la massima attenzione al fine di consentire all’utente di compiere l’azione desiderata senza difficoltà.

Non c’è niente di più odioso di un form lento a caricare, che dà problemi nella compilazione. L’utente più volenteroso può provarci due, massimo tre volte. Chi invece non ha tempo da perdere dopo il primo fallimento si arrenderà e abbandonerà la pagina.

Accuratezza, sintesi delle informazioni e facilitare sempre l’azione dell’utente: ecco le regole basilari da tenere bene a mente durante tutta la realizzazione di una landing page.