We provide premium cPanel hosting!

 

Seo Best Practices: Link interni e Sitemap

Home > Seo Best Practices: Link interni e Sitemap
 
Posted by on Ott 2, 2018 in |
mappa del sito

Continuando il nostro breve excursus nel mondo del Search Engine Optimization affrontiamo oggi un altro aspetto fondamentale di tale pratica, quello che concerne i link interni e la mappa del sito.

L’argomento link interni per l’indicizzazione di un sito è cruciale al pari dei meta tag che abbiamo già affrontato . Quale funzione hanno i link? Il loro obiettivo è di catturare l’attenzione degli spider dei motori di ricerca e di aiutarli nel loro lavoro di indicizzazione del sito. Ecco perché è indispensabile costruire un buona rete di link interni che partono dalla homepage e vanno verso tutte le altre pagine del sito.

Fino a non molto tempo fa i motori di ricerca non riuscivano ad indicizzare i cosiddetti Url dinamici, cioè quelli contenenti delle variabili. Oggi fortunatamente molti dei search engine, Google è stato uno dei primi, hanno risolto questo problema e non incontrano più nessuna difficoltà.

Quindi è possibile utilizzare anche link con Url dinamici, in quanto lo spider riuscirà a scansionare le pagine del l sito ugualmente. Un aspetto di grande importanza che riguarda il link e che bisogna curare con estrema attenzione è la parte testuale: le keyword contenute al suo interno devono essere strategiche, cioè pertinenti alla pagina a cui si linka.

L’altro elemento fondamentale all’interno del sito che ne favorisce l’indicizzazione è indubbiamente la sitemap, letteralmente la mappa del sito.

Che cosa è la Sitemap (mappa del sito)

Per spiegare cos’è una Sitemap, prendiamo a prestito la definizione presente sul sito www.sitemaps.org/it/: “Le Sitemaps consentono ai webmaster di indicare in via preferenziale ai motori di ricerca le pagine dei loro siti disponibili per la scansione”.

Il suo ruolo è quindi cruciale in quanto facilita contemporaneamente l’attività degli spider e la navigazione dell’utente. Partiamo da quest’ultimo punto: per capire l’utilità della mappa del sito è possibile paragonarla ad una cartina geografica. Essa è in grado quindi di aiutare l’utente ad orientarsi all’interno del sito in maniera efficace. Allo stesso tempo agevola l’indicizzazione da parte degli spider dei motori di ricerca in quanto è caratterizzata da una serie di link verso le pagine del sito.

Grazie alla Sitemap siamo in grado di dialogare in maniera diretta con i motori di ricerca, mostrando loro tutte le pagine del sito che vogliamo indicizzare, le informazioni che le riguardano, garantendo infine un aggiornamento costante su di esse.

Inoltre il protocollo Sitemaps è diventato standard per tutti i motori di ricerca e quindi non è più necessario diversificare le mappe del sito in base al motore di ricerca, come si doveva fare non molto tempo fa.

L’attività Seo è una delle più interessanti e comporta la conoscenza dei parametri adottati dai motori di ricerca nella valutazione di un sito. Ecco perché non si tratta di trucchi ma di tecniche vere e proprie garantite da uno studio approfondito e continuo.